Il Venerdì Santo della Confraternita

 

 

 

 

 

 

 

La tradizione

Madonnaaddolorata, delle sette spade

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ogni anno la sera del Venerdì Santo i Confratelli si radunano in Confraternita per l'omaggio a Cristo Morto e alla Vergine Addolorata, e danno inizio alla tradizionale processione con la statua della Madonna Addolorata, indossando le antiche divise del '700.

E' un'antica tradizione della Religiosità popolare gragliese che ha le sue origini nel 1600.
Al canto del Vexilla Regis verso le 20,30 muove il mesto corteo con le croci spoglie dal quale pendono le fasce della deposizione.
Gli uomini con la divisa rossa calano il cappuccio sul capo in segno di penitenza.
Le donne anch'esse vestono la divisa della compagnia e precedono i confratelli.
La Madonna Addolorata, un'antica icona del 700 con sette spade piantate sul petto, viene portata  per le vie del paese seguita da una moltitudine di fedeli con le fiaccole.
La processione fa la prima tappa alla Casa di Riposo, quindi, al canto del Miserere, verso la Chiesa parrocchiale e su fino al piazzale della chiesetta di Campra.

Qui si fa la seconda tappa con la rievocazione del pianto di San Pietro.

 

 


Chiesa di Campra

Quando riprende il corteo per far ritorno alla Confraternita i Confratelli intonano lo Stabat Mater secondo l'antica melodia gragliese.
Processione





In Chiesa si conclude la funzione con la benedizione della Reliquia della Croce ed il canto a Cristo Morto.

Crocefisso processionale

 

 

 

 

 


oooOOOooo



P R O C E S S I O N E

2016

 

 

Sosta alla Chiesetta di Campra

 


 

 

Si riprende il cammino verso la Chiesa di Santa Croce.........

 

 

 

 

oooOOOooo