Raduno Interregionale delle Confraternite ad Ovada

 

17-18 settembre 2022


Una manifestazione di fede e culto, ma anche uno strumento di promozione per un territorio non solo patria di Santi importanti, ma anche custode di pievi, chiese, cappelle tra le più antiche del Piemonte.

È stato davvero un evento il grande Raduno Interregionale delle Confraternite di Piemonte, Liguria e Lombardia (circa un centinaio le presenti) ad Ovada, domenica 18 settembre, per gli ovadesi e per le tante persone al seguito (più di 1500).

È stato il I° Cammino interregionale di fraternità: dopo il concentramento e la registrazione in piazza San Domenico, ci si è ritrovati sul sagrato della Parrocchia, con gli interventi del Vescovo diocesano mons. Luigi Testore, del Priore generale diocesano Massimo Calissano, del sindaco Paolo Lantero, attorniato da diversi colleghi della zona e del presidente nazionale della Confederazione delle Confraternite Rino Bisignano. Quindi la celebrazione della S. Messa, presieduta dal Vescovo di Acqui mons. Luigi Testore.

A seguire la Processione per la città: da piazza Assunta a via Cairoli, piazza XX Settembre, via Torino, via Gramsci, Lungo Stura Oddini, piazzetta Stura, via San Sebastiano, via G. Costa e ritorno in piazza Assunta. Imponente la selva degli artistici Crocifissi, portati magistralmente senza l’aiuto delle braccia dai “Cristesanti” mentre gli “stramois” li assistevano nel lungo percorso cittadino. Accompagnamento musicale di tre Bande Musicali, tra cui la “A. Rebora” al gran completo diretta dal m.° Gianni Olivieri.

Gran daffare in piazza per Ivo Ferrando della Confraternita di San Giovanni con il Priore Giorgio Zafferani e con il Priore di quella dell’Annunziata Guido Ratto. Presenti tutte le Confraternite del territorio, di Cassinelle, Grillano, Belforte, Costa ed altre ancora. A metà pomeriggio, Vespri Solenni in Parrocchia presieduti dal cardinale Bagnasco di Genova.

«Le Confraternite come condivisione e trasmissione laica di fede e di spiritualità, come espressione dell’umanesimo cristiano e della spiritualità popolare, come testimonianza evidente della fede cristiana. La partecipazione al raduno odierno rappresenta la nostra testimonianza di come oggi possiamo servire gli altri per un mondo più attento e più giusto sia da una prospettiva evangelica sia per quanto riguarda proprio la vita quotidiana».

Così monsignor Luigi Testore, Vescovo della Diocesi di Acqui Terme, ha salutato i fedeli presenti al primo Cammino Interregionale di Fraternità delle Confraternite del Piemonte, della Liguria e della Lombardia.

Un appuntamento particolarmente sentito anche dall'amministrazione comunale in carica che, attraverso le parole del sindaco di Ovada, Paolo Lantero, ha voluto ringraziare tutti i partecipanti. «Grazie per aver voluto condividere queste emozioni con la nostra città».

Al termine della Santa Messa, le Confraternite del Nord Ovest si sono incolonnate per la processione. Alla partenza da piazza Assunta della statua della Madonna della Neve di Costa d'Ovada, che ha chiuso il corteo, i portatori dei Cristi, che hanno aperto la sfilata, erano già a metà percorso. «La “fila” è lunga almeno un chilometro» hanno fatto notare dall'organizzazione.

Oltre alla nutrita rappresentazione territoriale, dalla frazione ovadese di Grillano a Cremolino, fino - tra le altre - a Belforte, Capriata, Cassinelle e Bandita, Silvano d'Orba e Tagliolo Monferrato, oltre alla banda della Città di Ovada diretta dal maestro Gianni Olivieri, hanno sfilato anche un altro centinaio di confraternite provenienti sia dalla nostra regione (Strevi, Fossano, Biella, Torino) sia dalle varie zone del Nord Italia (Milano, Appiano Gentile, Genova, Diano Marina, Cogoleto).

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Caricamento immagini… 1/0